Quando la pietra è importante

l’Amaca di Michele Serra è una rubrica piena di ovvietà e verità risapute. Non è sorprendente né accattivante (al massimo nel ritmo e nell’esaustività che riesce a imprimere in 30 righe). Ma non dice mai niente di banale. Con ironia potrebbe tranquillamente rinominarsi “la Pietra”, ma “l’Amaca” le si addice di più: per riflettere lucidamente sull’attualità bisogna prima di tutto oziare. Leggere l’Amaca riporta alla semplicità delle questioni nella loro solida, reale, ovvietà.